Nazionalsocialismo

PATRIA POPOLO RIVOLUZIONE SOCIALISMO LIBERTA' ECOLOGIA DECRESCITA NATURA
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Il delirio antifà

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Italicvs

avatar

Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 35
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Il delirio antifà   Mer Set 29, 2010 5:43 pm

Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Garibaldino

avatar

Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Gio Set 30, 2010 2:44 pm

Italicvs ha scritto:
Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
Non è del tutto sbagliata la loro posizione, cerca di capire. Il nazionalismo del fascismo era intriso di una retorica imperialista e colonialista concezione lontana anni luce da un nazionalismo di liberazione anti-imperialista, proprio per questo parole come Nazione Identità e Sovranità sono bandite in certi ambienti perchè questi ideali nel ventennio sono stati distorti e stravolti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Compañero

avatar

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Ven Ott 01, 2010 11:18 pm

Quoto Italicvs anche se non posso ignorare quello che ha scritto Garibaldino. Erano giuste le guerre coloniali? Quello era orgoglio nazionale o si trattava di manie imperialiste? E' giusto oggigiorno, in nome degli ideali patriottici, appoggiare le truppe italiane in Afghanistan al servizio dell'imperialismo nord americano? Se questo è il nazionalismo è ovvio che venga avversato da molti, detto questo non voglio giustificare gli antifà anzi... Questo Nazionalismo che abbiamo in mente dovrà distaccarsi completamente da concezioni reazionarie e imperialiste e quindi dovrà essere un Nazionalismo di liberazione, anti-imperialista e resistenziale
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Romanvs

avatar

Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Ott 05, 2010 11:34 am

L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
NAZBOL

avatar

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Ott 05, 2010 12:02 pm

Italicvs ha scritto:
Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
L'isterismo antifà fa parte del'anarchismo liberalcosmopolita tipico del'occidente che caratterizza ormai qualsiasi partito nella scena nazionale e internazionale e quindi per combattere questo fenomeno il Popolo dev'essere rieducato ai Sacri Valori della Tradizione.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
NAZBOL

avatar

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Ott 05, 2010 12:08 pm

Garibaldino ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
Non è del tutto sbagliata la loro posizione, cerca di capire. Il nazionalismo del fascismo era intriso di una retorica imperialista e colonialista concezione lontana anni luce da un nazionalismo di liberazione anti-imperialista, proprio per questo parole come Nazione Identità e Sovranità sono bandite in certi ambienti perchè questi ideali nel ventennio sono stati distorti e stravolti.
Sicuramente le guerre coloniali furono un errore del fascismo e infatti il discorso su un nazionalismo di liberazione anti-imperialista mi trova d'accordo ma con questo non voglio assolutamente giustificare, come fai tu, atteggiamenti antinazionali.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
NAZBOL

avatar

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Ott 05, 2010 12:13 pm

Compañero ha scritto:
Quoto Italicvs anche se non posso ignorare quello che ha scritto Garibaldino. Erano giuste le guerre coloniali? Quello era orgoglio nazionale o si trattava di manie imperialiste? E' giusto oggigiorno, in nome degli ideali patriottici, appoggiare le truppe italiane in Afghanistan al servizio dell'imperialismo nord americano? Se questo è il nazionalismo è ovvio che venga avversato da molti, detto questo non voglio giustificare gli antifà anzi... Questo Nazionalismo che abbiamo in mente dovrà distaccarsi completamente da concezioni reazionarie e imperialiste e quindi dovrà essere un Nazionalismo di liberazione, anti-imperialista e resistenziale
Come ho già detto sono d'accordo sul "Nazionalismo di Liberazione" però proprio perchè ho ho una formazione Nazionale e Razzialista detesto chi propone "ideali" cosmopoliti e anarchici.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
NAZBOL

avatar

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Ott 05, 2010 12:16 pm

Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Romanvs

avatar

Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Dom Ott 10, 2010 9:11 pm

NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Compañero

avatar

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Ven Ott 15, 2010 7:27 pm

Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Il termine "zecche" sei pregato di usarlo nei forum fogna destra radicale e non in un forum antagonista e alternativo come il nostro. Le diatribe tra antifà e antikom non ci interessano
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Compañero

avatar

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Ven Ott 15, 2010 7:30 pm

Romanvs ha scritto:
NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Se le tradizioni prevedono usanze barbare e confessionali vanno combattute con ogni mezzo e non sostenute. Roba da matti! E Rolling Eyes tu saresti un Socialista? Razz
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Romanvs

avatar

Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Sab Ott 16, 2010 6:10 pm

Compañero ha scritto:
Romanvs ha scritto:
NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Se le tradizioni prevedono usanze barbare e confessionali vanno combattute con ogni mezzo e non sostenute. Roba da matti! E Rolling Eyes tu saresti un Socialista? Razz
Non sta certo a te stabilire cosa è barbaro e cosa non lo è. Le tradizioni del proprio popolo a maggior ragione se sei un patriota vanno sostenute punto e basta, il tuo discorso sulle tradizioni barbare e confessionali ricorda tanto le opinioni di stalin e dei comunisti in genere nei riguardi della religione. Ma poi di cosa vogliamo meravigliarci? Tu sei un comunista.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Compañero

avatar

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Sab Ott 16, 2010 9:58 pm

Romanvs ha scritto:
Compañero ha scritto:
Romanvs ha scritto:
NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Se le tradizioni prevedono usanze barbare e confessionali vanno combattute con ogni mezzo e non sostenute. Roba da matti! E Rolling Eyes tu saresti un Socialista? Razz
Non sta certo a te stabilire cosa è barbaro e cosa non lo è. Le tradizioni del proprio popolo a maggior ragione se sei un patriota vanno sostenute punto e basta, il tuo discorso sulle tradizioni barbare e confessionali ricorda tanto le opinioni di stalin e dei comunisti in genere nei riguardi della religione. Ma poi di cosa vogliamo meravigliarci? Tu sei un comunista.
Un Socialista ha il dovere primario di difendere gli oppressi dagli aguzzini e non le tradizioni ma si sa, la tua natura destrorsa non ti fa vedere al di là del tuo naso
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Socialismo & Rivoluzi

avatar

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Dom Ott 17, 2010 10:18 am

Romanvs ha scritto:
Compañero ha scritto:
Romanvs ha scritto:
NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Se le tradizioni prevedono usanze barbare e confessionali vanno combattute con ogni mezzo e non sostenute. Roba da matti! E Rolling Eyes tu saresti un Socialista? Razz
Non sta certo a te stabilire cosa è barbaro e cosa non lo è. Le tradizioni del proprio popolo a maggior ragione se sei un patriota vanno sostenute punto e basta, il tuo discorso sulle tradizioni barbare e confessionali ricorda tanto le opinioni di stalin e dei comunisti in genere nei riguardi della religione. Ma poi di cosa vogliamo meravigliarci? Tu sei un comunista.
Detto da chi confonde il socialismo con il fascismo sinceramente fa un po' ridere. Laughing Il Socialismo non si occupa delle tradizioni ma degli sfruttati, questa è l'essenza di ogni pensiero socialista lo vuoi capire?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Antagonista

avatar

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Ott 19, 2010 11:23 am

Italicvs ha scritto:
Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
Antifà e antikòm sono le guardie "armate" del capitalismo, a parole ribelli e antagonisti e nei fatti servili. Nei casi più eclatanti avviene lo scontro fisico, invece in quelli più comuni ci si limita ad esprimere il proprio riciproco odio nei muri delle grandi città con scritte tipo "zekke al rogo" o "fasci a testa in giù", guarda caso nessuna delle due fazioni "ribbbelli" ha mai espresso astio nei confronti del capitalismo sfruttatore e dei suoi servi. Quelli che se la ridono in queste situazioni sono i potenti che attualmente occupano le poltrone più influenti delle amministrazioni locali, provinciali, regionali e nazionali ma questi si sà non interessano, interessano di più le lotte di retroguardia e del nulla come appunto quelle tra i "rossi" e i "neri".
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Antagonista

avatar

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Ott 19, 2010 11:36 am

Garibaldino ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
Non è del tutto sbagliata la loro posizione, cerca di capire. Il nazionalismo del fascismo era intriso di una retorica imperialista e colonialista concezione lontana anni luce da un nazionalismo di liberazione anti-imperialista, proprio per questo parole come Nazione Identità e Sovranità sono bandite in certi ambienti perchè questi ideali nel ventennio sono stati distorti e stravolti.
Qui si continua a parlare del nulla Garibaldino. Che ce ne frega delle analisi psicologiche per giustificare chi fa il gioco del sistema? Se continuiamo così non andremo da nessuna parte, il nocciolo della questione è questo secondo me:1) a sinistra il solo sentire la parola "Patria" genera l'orticaria visto che la maggiorparte dei "sinistri" vorrebbe un mondo senza frontiere e senza nazioni, 2) a destra il solo sentire le parole "Uguaglianza", "Giustizia Sociale", "Socialismo" generano più dell'orticaria visto che la maggiorparte di loro sono anti-egalitari, anticomunisti e razzisti. Quello che dovremmo fare noi come Socialisti Nazionalitari è creare un'alternativa ideologica e quindi una reale Terza Via (terza via nel vero senso della parola e non in senso fascista) a questi due pensieri dominanti nel mondo antagonista.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Antagonista

avatar

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Ott 19, 2010 11:52 am

Romanvs ha scritto:
NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Ma si può parlare ancora di fascismo e di comunismo nel 2010!!!???!?!? Per cortesia, vivete più nel presente e meno nel passato, la gente perde il lavoro, non arriva a fine mese e non riesce a pagare il mutuo per la casa per cui pensate quanto gli possa fregare di storia e ideologie.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Antagonista

avatar

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Ott 19, 2010 11:54 am

Compañero ha scritto:
Romanvs ha scritto:
Compañero ha scritto:
Romanvs ha scritto:
NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Se le tradizioni prevedono usanze barbare e confessionali vanno combattute con ogni mezzo e non sostenute. Roba da matti! E Rolling Eyes tu saresti un Socialista? Razz
Non sta certo a te stabilire cosa è barbaro e cosa non lo è. Le tradizioni del proprio popolo a maggior ragione se sei un patriota vanno sostenute punto e basta, il tuo discorso sulle tradizioni barbare e confessionali ricorda tanto le opinioni di stalin e dei comunisti in genere nei riguardi della religione. Ma poi di cosa vogliamo meravigliarci? Tu sei un comunista.
Un Socialista ha il dovere primario di difendere gli oppressi dagli aguzzini e non le tradizioni ma si sa, la tua natura destrorsa non ti fa vedere al di là del tuo naso
Quoto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Italicvs

avatar

Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 35
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Ven Nov 05, 2010 11:49 am

Antagonista ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
Antifà e antikòm sono le guardie "armate" del capitalismo, a parole ribelli e antagonisti e nei fatti servili. Nei casi più eclatanti avviene lo scontro fisico, invece in quelli più comuni ci si limita ad esprimere il proprio riciproco odio nei muri delle grandi città con scritte tipo "zekke al rogo" o "fasci a testa in giù", guarda caso nessuna delle due fazioni "ribbbelli" ha mai espresso astio nei confronti del capitalismo sfruttatore e dei suoi servi. Quelli che se la ridono in queste situazioni sono i potenti che attualmente occupano le poltrone più influenti delle amministrazioni locali, provinciali, regionali e nazionali ma questi si sà non interessano, interessano di più le lotte di retroguardia e del nulla come appunto quelle tra i "rossi" e i "neri".
Discorso da incorniciare! cheers
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Compañero

avatar

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Ven Nov 05, 2010 8:55 pm

Antagonista ha scritto:
Romanvs ha scritto:
NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Ma si può parlare ancora di fascismo e di comunismo nel 2010!!!???!?!? Per cortesia, vivete più nel presente e meno nel passato, la gente perde il lavoro, non arriva a fine mese e non riesce a pagare il mutuo per la casa per cui pensate quanto gli possa fregare di storia e ideologie.
Non lo vogliono capire! Rolling Eyes Sempre a riproporre il solito nostalgismo fine a se stesso e intanto l'Italia va a puttane (nel vero senso della parola visti gli ultimi scandali del berlusca)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Romanvs

avatar

Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Sab Nov 06, 2010 12:28 pm

Compañero ha scritto:
Antagonista ha scritto:
Romanvs ha scritto:
NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Ma si può parlare ancora di fascismo e di comunismo nel 2010!!!???!?!? Per cortesia, vivete più nel presente e meno nel passato, la gente perde il lavoro, non arriva a fine mese e non riesce a pagare il mutuo per la casa per cui pensate quanto gli possa fregare di storia e ideologie.
Non lo vogliono capire! Rolling Eyes Sempre a riproporre il solito nostalgismo fine a se stesso e intanto l'Italia va a puttane (nel vero senso della parola visti gli ultimi scandali del berlusca)
Tu confondi i nostalgici con i rinnegati. Un conto è vivere nel passato e sognare un'epoca che non tornerà più (purtroppo) e un altro rinnegare le proprie radici storico culturali come i vari fini, d'alema, veltroni, alemanno, etc.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Italicvs

avatar

Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 35
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Lun Nov 08, 2010 10:45 pm

Romanvs ha scritto:
Compañero ha scritto:
Antagonista ha scritto:
Romanvs ha scritto:
NAZBOL ha scritto:
Romanvs ha scritto:
L'unico discorso sensato, pur non condividendolo completamente, l'ha fatto Italicvs. L'amore per la propria terra, per la propria gente e per le nostre tradizioni è sbeffeggiato dal mondo comunista, è inutile negarlo; questi mondialisti al pari dei loro amici liberalcapitalisti portano avanti battaglie biasimevoli come l'aborto, il razionalismo scientista, il materialismo, il pacifismo e altre idee sovversive nemiche dei popoli. Le opinioni espresse da Compañero e Garibaldino sono molto simili a quelle delle "zecche".
Per cortesia:

1)Ti pregherei di non definire "comunisti" questi "cannaioli hippies", grazie!

2)Lo sai che gli stati comunisti hanno combattuto l'aborto?

3)Contrariamente alla disinformazione american-occidentalista Stalin era legato alla Chiesa Ortodossa e non ha mai rinnegato la tradizione russa così come tutti gli altri regimi comunisti non hanno mai rinnegato la Tradizione del proprio paese, altro che materialismo.

Conclusione: EVITA DI PARLARE DI COSE CHE NON CONOSCI, GRAZIE!
Sei tu che vivi fuori dal mondo. Il comunismo così come la sua variante liberal hippie statunitense è stato sempre contro il popolo, le tradizioni e l'interesse nazionale. Francamente voi nazbol siete ridicoli, le vostre idee lo stesso, non siete né carne né pesce e di conseguenza siete schifati sia dai comunisti che dai camerati perciò perchè non ammettete di aver sbagliato tutto nella vita?
Ma si può parlare ancora di fascismo e di comunismo nel 2010!!!???!?!? Per cortesia, vivete più nel presente e meno nel passato, la gente perde il lavoro, non arriva a fine mese e non riesce a pagare il mutuo per la casa per cui pensate quanto gli possa fregare di storia e ideologie.
Non lo vogliono capire! Rolling Eyes Sempre a riproporre il solito nostalgismo fine a se stesso e intanto l'Italia va a puttane (nel vero senso della parola visti gli ultimi scandali del berlusca)
Tu confondi i nostalgici con i rinnegati. Un conto è vivere nel passato e sognare un'epoca che non tornerà più (purtroppo) e un altro rinnegare le proprie radici storico culturali come i vari fini, d'alema, veltroni, alemanno, etc.
Romanvs il fascismo è morto, so bene che non dev'essere demonizzato come fanno i soliti antifà ma obiettivamente è stato tutto e il contrario di tutto perchè non cerchi di prenderne atto?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Garibaldino

avatar

Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Ven Dic 17, 2010 11:00 am

Antagonista ha scritto:
Garibaldino ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
Non è del tutto sbagliata la loro posizione, cerca di capire. Il nazionalismo del fascismo era intriso di una retorica imperialista e colonialista concezione lontana anni luce da un nazionalismo di liberazione anti-imperialista, proprio per questo parole come Nazione Identità e Sovranità sono bandite in certi ambienti perchè questi ideali nel ventennio sono stati distorti e stravolti.
Qui si continua a parlare del nulla Garibaldino. Che ce ne frega delle analisi psicologiche per giustificare chi fa il gioco del sistema? Se continuiamo così non andremo da nessuna parte, il nocciolo della questione è questo secondo me:1) a sinistra il solo sentire la parola "Patria" genera l'orticaria visto che la maggiorparte dei "sinistri" vorrebbe un mondo senza frontiere e senza nazioni, 2) a destra il solo sentire le parole "Uguaglianza", "Giustizia Sociale", "Socialismo" generano più dell'orticaria visto che la maggiorparte di loro sono anti-egalitari, anticomunisti e razzisti. Quello che dovremmo fare noi come Socialisti Nazionalitari è creare un'alternativa ideologica e quindi una reale Terza Via (terza via nel vero senso della parola e non in senso fascista) a questi due pensieri dominanti nel mondo antagonista.
Antagonista questo non è parlare del nulla ma prendere atto del perchè posizioni patriottiche e identitarie a sinistra sono viste con disgusto. Che tu voglia crederci o no il nazionalismo è stato sempre reazionario, imperialista e razzista per cui è un'ideologia di odio e di morte e proprio per questa ragione a sinistra viene disprezzato e odiato. Quello che serve oggi è un diverso nazionalismo, un nazionalismo di liberazione che sia si rispettoso della nostra identità culturale ma anche anti-imperialista, anti-razzista e soprattutto sovranista e questo nuovo nazionalismo è il patriottismo nazionalitario.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Stanis Ruinas

avatar

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 24.01.11

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Gen 25, 2011 11:10 am

Italicvs ha scritto:
Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
Ricordiamoci che la pseudosinistra è imbevuta di un'ideologia disfattista e antinazionale e quindi non dobbiamo aspettarci nulla da loro, dobbiamo solamente lasciarli cuocere nel loro brodo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Stanis Ruinas

avatar

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 24.01.11

MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   Mar Gen 25, 2011 11:16 am

Garibaldino ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Non è raro assistere ai rigurgiti isterici degli antifà quando si esalta l'amore nei confronti della propria nazione, l'identità nazionale e la sovranità nazionale. Nella mente di queste persone accecate da un odio viscerale e irrazionale parole come Nazione Identità Sovranità sono illegittime e quindi chi di conseguenza decide di portare avanti idee nazionalitarie, identitarie e sovraniste viene automaticamente etichettato nella maggiorparte dei casi come un fascista. E qui il punto: come spiegare a questi soggetti che senza un paese sovrano e un popolo orgoglioso della propria Identità Nazionale non si sarà mai liberi dall'imperialismo?
Non è del tutto sbagliata la loro posizione, cerca di capire. Il nazionalismo del fascismo era intriso di una retorica imperialista e colonialista concezione lontana anni luce da un nazionalismo di liberazione anti-imperialista, proprio per questo parole come Nazione Identità e Sovranità sono bandite in certi ambienti perchè questi ideali nel ventennio sono stati distorti e stravolti.
Mi piace il tuo discorso su un Nazionalismo di Liberazione anti-imperialista discorso che tra l'altro Sinistra Nazionale ha sempre portato avanti però non condivido il tuo fervore antifascista e mi piacerebbe approfondire questo discorso se sei d'accordo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Il delirio antifà   

Tornare in alto Andare in basso
 
Il delirio antifà
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Nazionalsocialismo :: Forum Politico :: Il Nazionalsocialismo-
Andare verso: