Nazionalbolscevismo

PATRIA POPOLO RIVOLUZIONE SOCIALISMO LIBERTA' ECOLOGIA DECRESCITA NATURA


    La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Condividi
    avatar
    justicialista

    Messaggi : 189
    Data d'iscrizione : 05.12.10

    La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  justicialista il Gio Ott 27, 2011 1:25 pm

    Ecco come l'UE e il nostro governo di servi hanno deciso di punire i soliti noti e, al contempo, di salvare il grande capitale e le banche.

    http://candidonews.wordpress.com/2011/10/26/ultimatum-ue-il-governo-scarica-la-crisi-sui-lavoratori-piu-precarieta-e-meno-pensioni-salvando-i-ricchi/
    avatar
    Octopus

    Messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 15.10.11
    Età : 37
    Località : Napoletano a Roma

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  Octopus il Gio Ott 27, 2011 4:38 pm

    justicialista ha scritto:Ecco come l'UE e il nostro governo di servi hanno deciso di punire i soliti noti e, al contempo, di salvare il grande capitale e le banche.

    http://candidonews.wordpress.com/2011/10/26/ultimatum-ue-il-governo-scarica-la-crisi-sui-lavoratori-piu-precarieta-e-meno-pensioni-salvando-i-ricchi/

    Non mi sorprende affatto. Questo è il SISTEMA.
    Il guaio è che anche a "sinistra" sono tutti pronti ad obbedire alla UE (se ancora possiamo definire "sinistra" roba come il Pd o SeL).
    La via del Socialismo è stata smarrita dai partiti istituzionali. Definitivamente.
    avatar
    Nazionalista Rosso

    Messaggi : 52
    Data d'iscrizione : 15.09.10

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  Nazionalista Rosso il Gio Ott 27, 2011 8:54 pm

    Octopus ha scritto:
    justicialista ha scritto:Ecco come l'UE e il nostro governo di servi hanno deciso di punire i soliti noti e, al contempo, di salvare il grande capitale e le banche.

    http://candidonews.wordpress.com/2011/10/26/ultimatum-ue-il-governo-scarica-la-crisi-sui-lavoratori-piu-precarieta-e-meno-pensioni-salvando-i-ricchi/

    Non mi sorprende affatto. Questo è il SISTEMA.
    Il guaio è che anche a "sinistra" sono tutti pronti ad obbedire alla UE (se ancora possiamo definire "sinistra" roba come il Pd o SeL).
    La via del Socialismo è stata smarrita dai partiti istituzionali. Definitivamente.
    Il guaio caro Octopus è che l'Italia non è stata mai Socialista, come possiamo smarrire qualcosa che non abbiamo mai avuto? Rolling Eyes
    avatar
    Italicvs

    Messaggi : 371
    Data d'iscrizione : 10.09.10
    Età : 35
    Località : Pescara

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  Italicvs il Ven Ott 28, 2011 10:17 am

    Patria & Socialismo ha scritto:
    Octopus ha scritto:
    justicialista ha scritto:Ecco come l'UE e il nostro governo di servi hanno deciso di punire i soliti noti e, al contempo, di salvare il grande capitale e le banche.

    http://candidonews.wordpress.com/2011/10/26/ultimatum-ue-il-governo-scarica-la-crisi-sui-lavoratori-piu-precarieta-e-meno-pensioni-salvando-i-ricchi/

    Non mi sorprende affatto. Questo è il SISTEMA.
    Il guaio è che anche a "sinistra" sono tutti pronti ad obbedire alla UE (se ancora possiamo definire "sinistra" roba come il Pd o SeL).
    La via del Socialismo è stata smarrita dai partiti istituzionali. Definitivamente.
    Il guaio caro Octopus è che l'Italia non è stata mai Socialista, come possiamo smarrire qualcosa che non abbiamo mai avuto? Rolling Eyes
    Già, hai ragione! Rolling Eyes
    avatar
    Octopus

    Messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 15.10.11
    Età : 37
    Località : Napoletano a Roma

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  Octopus il Sab Ott 29, 2011 12:36 pm

    Patria & Socialismo ha scritto:
    Octopus ha scritto:
    justicialista ha scritto:Ecco come l'UE e il nostro governo di servi hanno deciso di punire i soliti noti e, al contempo, di salvare il grande capitale e le banche.

    http://candidonews.wordpress.com/2011/10/26/ultimatum-ue-il-governo-scarica-la-crisi-sui-lavoratori-piu-precarieta-e-meno-pensioni-salvando-i-ricchi/

    Non mi sorprende affatto. Questo è il SISTEMA.
    Il guaio è che anche a "sinistra" sono tutti pronti ad obbedire alla UE (se ancora possiamo definire "sinistra" roba come il Pd o SeL).
    La via del Socialismo è stata smarrita dai partiti istituzionali. Definitivamente.
    Il guaio caro Octopus è che l'Italia non è stata mai Socialista, come possiamo smarrire qualcosa che non abbiamo mai avuto? Rolling Eyes

    L'Italia no, ma la Sinistra ha avuto un bel partito socialista (che infatti si chiamava comunista...). Finito il PCI, con tutti i suoi pregi e difetti, è finito il Socialismo italiano. Secondo me.
    avatar
    Nazionalista Rosso

    Messaggi : 52
    Data d'iscrizione : 15.09.10

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  Nazionalista Rosso il Dom Ott 30, 2011 12:46 pm

    Octopus ha scritto:
    Patria & Socialismo ha scritto:
    Octopus ha scritto:
    justicialista ha scritto:Ecco come l'UE e il nostro governo di servi hanno deciso di punire i soliti noti e, al contempo, di salvare il grande capitale e le banche.

    http://candidonews.wordpress.com/2011/10/26/ultimatum-ue-il-governo-scarica-la-crisi-sui-lavoratori-piu-precarieta-e-meno-pensioni-salvando-i-ricchi/

    Non mi sorprende affatto. Questo è il SISTEMA.
    Il guaio è che anche a "sinistra" sono tutti pronti ad obbedire alla UE (se ancora possiamo definire "sinistra" roba come il Pd o SeL).
    La via del Socialismo è stata smarrita dai partiti istituzionali. Definitivamente.
    Il guaio caro Octopus è che l'Italia non è stata mai Socialista, come possiamo smarrire qualcosa che non abbiamo mai avuto? Rolling Eyes

    L'Italia no, ma la Sinistra ha avuto un bel partito socialista (che infatti si chiamava comunista...). Finito il PCI, con tutti i suoi pregi e difetti, è finito il Socialismo italiano. Secondo me.
    Purtroppo l'ex PCI non è stato mai al potere se non in contesti locali. L'eurocomunismo, inteso come alternativa al bolscevismo marxista-leninista e alla socialdemocrazia, personalmente mi ha sempre attratto e l'ho sempre ritenuto come una reale Terza Via anche se molti uomini dell'ex PCI a partire dallo stesso Berlinguer pare che fossero filo-atlantisti.
    avatar
    Octopus

    Messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 15.10.11
    Età : 37
    Località : Napoletano a Roma

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  Octopus il Dom Ott 30, 2011 1:51 pm

    Patria & Socialismo ha scritto:
    Octopus ha scritto:
    Patria & Socialismo ha scritto:
    Octopus ha scritto:
    justicialista ha scritto:Ecco come l'UE e il nostro governo di servi hanno deciso di punire i soliti noti e, al contempo, di salvare il grande capitale e le banche.

    http://candidonews.wordpress.com/2011/10/26/ultimatum-ue-il-governo-scarica-la-crisi-sui-lavoratori-piu-precarieta-e-meno-pensioni-salvando-i-ricchi/

    Non mi sorprende affatto. Questo è il SISTEMA.
    Il guaio è che anche a "sinistra" sono tutti pronti ad obbedire alla UE (se ancora possiamo definire "sinistra" roba come il Pd o SeL).
    La via del Socialismo è stata smarrita dai partiti istituzionali. Definitivamente.
    Il guaio caro Octopus è che l'Italia non è stata mai Socialista, come possiamo smarrire qualcosa che non abbiamo mai avuto? Rolling Eyes

    L'Italia no, ma la Sinistra ha avuto un bel partito socialista (che infatti si chiamava comunista...). Finito il PCI, con tutti i suoi pregi e difetti, è finito il Socialismo italiano. Secondo me.
    Purtroppo l'ex PCI non è stato mai al potere se non in contesti locali. L'eurocomunismo, inteso come alternativa al bolscevismo marxista-leninista e alla socialdemocrazia, personalmente mi ha sempre attratto e l'ho sempre ritenuto come una reale Terza Via anche se molti uomini dell'ex PCI a partire dallo stesso Berlinguer pare che fossero filo-atlantisti.

    Esatto. Basterebbe depurare l'eurocomunismo dall'atlantismo, ricontestualizzarlo e radicalizzarlo, magari accentuando gli aspetto nazionalisti "europei", per creare una sorta di Terza Via (come dici tu) antitetica al Sistema e alternativa rispetto alle varie terze posizioni neofasciste.
    Il PCI aveva tracciato una strada molto interessante per il Socialismo italiano ed europeo, anche se ovviamente i tempi erano diversi.
    Quel solco è, a mio avviso, ancora percorribile.
    avatar
    justicialista

    Messaggi : 189
    Data d'iscrizione : 05.12.10

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  justicialista il Dom Ott 30, 2011 7:31 pm

    Pur ritenendo importanti diverse battaglie portate avanti dal PCI , non sento il bisogno di costruire un nuovo PCI, magari su base nazionalista o nazionalitaria.

    Bisogna lasciarsi alle spalle proprio ogni residuo partitico del passato se vogliamo, e questo mi sembra anche il vostro obiettivo, farci conoscere e apprezzare.



    avatar
    Nazionalista Rosso

    Messaggi : 52
    Data d'iscrizione : 15.09.10

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  Nazionalista Rosso il Lun Ott 31, 2011 10:28 am

    justicialista ha scritto:Pur ritenendo importanti diverse battaglie portate avanti dal PCI , non sento il bisogno di costruire un nuovo PCI, magari su base nazionalista o nazionalitaria.

    Bisogna lasciarsi alle spalle proprio ogni residuo partitico del passato se vogliamo, e questo mi sembra anche il vostro obiettivo, farci conoscere e apprezzare.



    Personalmente non voglio ricostruire proprio un bel niente e se escludiamo la convergenza sul tema del lavoro sono parecchio distante da idee comuniste e neocomuniste, facevo semplicemente notare che il pci di un tempo con il suo "eurocomunismo" proponeva un'alternativa e quindi di fatto una Terza Via tra il bolscevismo marxista-leninista e la socialdemocrazia. Tutto qui! Wink
    avatar
    Octopus

    Messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 15.10.11
    Età : 37
    Località : Napoletano a Roma

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  Octopus il Lun Ott 31, 2011 10:45 am

    Patria & Socialismo ha scritto:
    justicialista ha scritto:Pur ritenendo importanti diverse battaglie portate avanti dal PCI , non sento il bisogno di costruire un nuovo PCI, magari su base nazionalista o nazionalitaria.

    Bisogna lasciarsi alle spalle proprio ogni residuo partitico del passato se vogliamo, e questo mi sembra anche il vostro obiettivo, farci conoscere e apprezzare.



    Personalmente non voglio ricostruire proprio un bel niente e se escludiamo la convergenza sul tema del lavoro sono parecchio distante da idee comuniste e neocomuniste, facevo semplicemente notare che il pci di un tempo con il suo "eurocomunismo" proponeva un'alternativa e quindi di fatto una Terza Via tra il bolscevismo marxista-leninista e la socialdemocrazia. Tutto qui! Wink

    Concordo.
    Anche io non sono per "rifondare" un PCI nazionalitario, ma sono per analizzare certe esperienze politiche e certi programmi, vedere cosa può essere utile ancora oggi, riattualizzarlo e radicalizzarlo.

    Contenuto sponsorizzato

    Re: La crisi? La paghino lavoratori e pensionati.

    Messaggio  Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab Mag 26, 2018 8:09 am