Nazionalsocialismo

PATRIA POPOLO RIVOLUZIONE SOCIALISMO LIBERTA' ECOLOGIA DECRESCITA NATURA
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Alternative economiche al capitalismo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Italicvs

avatar

Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 35
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Alternative economiche al capitalismo   Ven Ott 21, 2011 9:25 am

Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
justicialista

avatar

Messaggi : 189
Data d'iscrizione : 05.12.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Sab Ott 22, 2011 10:18 am

Personalmente scelgo le opzioni 1 e 2.

Il Socialismo bolivariano , infatti, è una forma di socialriformismo avanzato che non solo difende il welfare ma che tenta di rendere partecipi, in maniera graduale, i lavoratori ai processi produttivi. Ammirevole, inoltre, l'anti imperialismo e il patriottismo di Chavez.

Il modello delle "FatSinPat" non lo escluderei a priori. Di fronte a bancarotta fraudolenta o di fronte ad autentici MASSACRI (leggi Thyssen Krupp ma non solo) , infatti, credo che la gestione debba passare da privata a "socializzata" e/o autogestita.

Quindi: sì alla proprietà privata, no agli abusi che essa potrebbe comportare.

Le riforme prioritarie (e rivoluzionarie) al momento sono: abolizione di ogni legge precarizzante, aumento dei salari e delle garanzie contrattuali, maggiore sicurezza nei posti di lavoro, applicazione degli articoli 45 e 46 della Cost. Italiana oltre ad una tassazione di tipo progressiva e alla reintroduzione della patrimoniale. Poi , come ben saprai, ci sono i banchieri speculatori da colpire. Ma questo è un discorso che , in parte, esula dall'oggetto di questa thread.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Italicvs

avatar

Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 35
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Sab Ott 22, 2011 7:14 pm

justicialista ha scritto:
Personalmente scelgo le opzioni 1 e 2.

Il Socialismo bolivariano , infatti, è una forma di socialriformismo avanzato che non solo difende il welfare ma che tenta di rendere partecipi, in maniera graduale, i lavoratori ai processi produttivi. Ammirevole, inoltre, l'anti imperialismo e il patriottismo di Chavez.

Il modello delle "FatSinPat" non lo escluderei a priori. Di fronte a bancarotta fraudolenta o di fronte ad autentici MASSACRI (leggi Thyssen Krupp ma non solo) , infatti, credo che la gestione debba passare da privata a "socializzata" e/o autogestita.

Quindi: sì alla proprietà privata, no agli abusi che essa potrebbe comportare.

Le riforme prioritarie (e rivoluzionarie) al momento sono: abolizione di ogni legge precarizzante, aumento dei salari e delle garanzie contrattuali, maggiore sicurezza nei posti di lavoro, applicazione degli articoli 45 e 46 della Cost. Italiana oltre ad una tassazione di tipo progressiva e alla reintroduzione della patrimoniale. Poi , come ben saprai, ci sono i banchieri speculatori da colpire. Ma questo è un discorso che , in parte, esula dall'oggetto di questa thread.
Ovviamente condivido le tue scelte aggiungo di non conoscere perfettamente l'autogestione titoista che sarebbe comunque da approfondire. Quello che detesto è sicuramente il cosiddetto "socialismo di mercato" cinese che di Socialista ha veramente molto poco e non mi sembra per niente un'alternativa al capitalismo semmai una sua variante.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Octopus

avatar

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 15.10.11
Età : 36
Località : Napoletano a Roma

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Lun Ott 24, 2011 12:01 pm

Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?

Sicuramente credo che il Socialismo del XXI secolo sia la risposta migliore al Capitalismo.

Credo che le FaSinPat e la Corporazione Proprietaria possano essere, nell'immediato, una soluzione ottima. Un movimento politico che proponga queste strutture economiche può avere una grande presa in quel Popolo che, persa l'opzione comunista classica, non vuole comunque cedere al Capitalismo.

Sono contrario al Socialismo di mercato cinese, e in genere a tutte le cose che finiscono con "di mercato" (tipo "Economia sociale di mercato", che dovrebbe essere un Capitalismo dal volto umano...).
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://antoniolucignano.blogspot.com/
justicialista

avatar

Messaggi : 189
Data d'iscrizione : 05.12.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Lun Ott 24, 2011 1:47 pm

Il "socialismo di mercato" è qualcosa di inaccettabile per chi socialista lo è sul serio. Vecchia nomenklatura maoista accompagnata da un'apertura vergognosa verso il mercato globale. Se un paese liberale e occidentale come l'Islanda E' USCITO DALL'FMI (E MENO MALE!) un paese, a parole, "socialista" come la Cina ne fa parte. Tuttavia non dobbiamo scaricare tutte le colpe sulla Cina o considerarla nemica aprioristicamente: con la Russia, infatti, rappresenta il giusto contraltare allo strapotere U$A.

Tornando a noi: Il Socialismo del Siglo XXI è il sistema di organizzazione politica ed economica attualmente preferibile.

Per quanto concerne la "corporazione propietaria"...beh è un'esperienza storicamente non esistita. Eppure Ugo Spirito, al di là della sua adesione alla RSI che di certo non condivido, aveva espresso delle idee interessanti. Idee che, magari, andrebbero studiate.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
NAZBOL

avatar

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Gio Nov 24, 2011 11:03 am

Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Nessuna di queste. Personalmente preferisco il modello del Comunismo Aristocratico Platonico e Spartano: http://avanguardia.altervista.org/comunismo_aristocratico.htm
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Compañero

avatar

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Mar Dic 13, 2011 1:35 pm

Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Escludo a priori la corporazione proprietaria e il socialismo di mercato cinese sistemi economici lontani anni luce da me, l'autogestione "titoista" non la conosco quindi non mi pronuncio, quello che è certo è che mi riconosco totalmente nel modello delle FaSinPat argentine e in parte al Socialismo del XXI secolo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Compañero

avatar

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Mar Dic 13, 2011 1:40 pm

NAZBOL ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Nessuna di queste. Personalmente preferisco il modello del Comunismo Aristocratico Platonico e Spartano: http://avanguardia.altervista.org/comunismo_aristocratico.htm
Il comunismo aristocratico non è un'alternativa economica al capitalismo ma una cazzata intellettualistica utopica e totalmente irrealizzabile, oltretutto "puzza" di nazismo lontano un miglio
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Populista

avatar

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Mar Dic 13, 2011 5:53 pm

Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Interessante 3d! Penso che il dovere primario di ogni serio antagonista sia quello di opporsi al capitalismo e al suo modello di sviluppo. Mi sembra che il Socialismo del XXI secolo sia la miglior risposta al capitalismo, condivido le soluzioni proposte dal modello delle FaSinPat argentine anche se secondo me è impensabile proporre questo modello su larga scala e andrebbe utilizzato in determinati casi: es. una fabbrica dove sono morti degli operai in modo assurdo per colpa del menefreghismo del proprietario, come Socialista poi non posso che condannare quelle che reputo delle vere e proprie contaminazioni e aberrazioni ideologiche come il "socialismo di mercato" e il cosiddetto "liberal-socialismo" europeo, sono anche attratto dal modello dell'autogestione "titoista" anche se per me andrebbe depurato da qualsiasi deriva marxista-leninista, il modello della corporazione proprietaria modello mai esistito nei fatti non mi convince troppo e lo considero troppo "fascista".
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Populista

avatar

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Mar Dic 13, 2011 6:07 pm

NAZBOL ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Nessuna di queste. Personalmente preferisco il modello del Comunismo Aristocratico Platonico e Spartano: http://avanguardia.altervista.org/comunismo_aristocratico.htm
Shocked Ma sei serio? Rolling Eyes
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Populista

avatar

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Mar Dic 13, 2011 6:33 pm

Compañero ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Escludo a priori la corporazione proprietaria e il socialismo di mercato cinese sistemi economici lontani anni luce da me, l'autogestione "titoista" non la conosco quindi non mi pronuncio, quello che è certo è che mi riconosco totalmente nel modello delle FaSinPat argentine e in parte al Socialismo del XXI secolo
Quindi tu sei più vicino all'autogestione che alla cogestione? Non è una critica ma per sapere come la pensi. Come già detto sopra l'autogestione può andare bene in pochi e determinati casi ma in tutti gli altri sarebbe sbagliato. Il Socialismo al quale dovremmo rifarci dovrebbe essere partecipativo e non espropriativo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Compañero

avatar

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Mer Dic 14, 2011 12:24 pm

Populista ha scritto:
Compañero ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Escludo a priori la corporazione proprietaria e il socialismo di mercato cinese sistemi economici lontani anni luce da me, l'autogestione "titoista" non la conosco quindi non mi pronuncio, quello che è certo è che mi riconosco totalmente nel modello delle FaSinPat argentine e in parte al Socialismo del XXI secolo
Quindi tu sei più vicino all'autogestione che alla cogestione? Non è una critica ma per sapere come la pensi. Come già detto sopra l'autogestione può andare bene in pochi e determinati casi ma in tutti gli altri sarebbe sbagliato. Il Socialismo al quale dovremmo rifarci dovrebbe essere partecipativo e non espropriativo.
Innanzitutto bisognerebbe chiarire che l'autogestione è lontana anni luce da chimere collettiviste, l'autogestione chiamata anche socializzazione integrale è quel modello nel quale la forza lavoro (operai, dipendenti) diventa proprietaria dell'industria o del luogo nel quale si svolge attività quindi niente a che fare con lo statalismo marxista-leninista. Personalmente non ho nulla contro la cogestione anzi la ritengo molto valida ma questa cogestione dev'essere reale e non apparente ovvero non deve esistere nessun socio di maggioranza nella proprietà ma devono essere tutti proprietari (lavoratori e capi azienda) con uguali diritti e doveri perchè altrimenti sarebbe una fotocopia della socializzazione fascista dove i lavoratori partecipavano alla gestione dell'azienda ma il proprietario rimaneva comunque uno.
Spero d'essermi spiegato
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Italicvs

avatar

Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 35
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Gio Dic 15, 2011 1:55 pm

Compañero ha scritto:
Populista ha scritto:
Compañero ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Escludo a priori la corporazione proprietaria e il socialismo di mercato cinese sistemi economici lontani anni luce da me, l'autogestione "titoista" non la conosco quindi non mi pronuncio, quello che è certo è che mi riconosco totalmente nel modello delle FaSinPat argentine e in parte al Socialismo del XXI secolo
Quindi tu sei più vicino all'autogestione che alla cogestione? Non è una critica ma per sapere come la pensi. Come già detto sopra l'autogestione può andare bene in pochi e determinati casi ma in tutti gli altri sarebbe sbagliato. Il Socialismo al quale dovremmo rifarci dovrebbe essere partecipativo e non espropriativo.
Innanzitutto bisognerebbe chiarire che l'autogestione è lontana anni luce da chimere collettiviste, l'autogestione chiamata anche socializzazione integrale è quel modello nel quale la forza lavoro (operai, dipendenti) diventa proprietaria dell'industria o del luogo nel quale si svolge attività quindi niente a che fare con lo statalismo marxista-leninista. Personalmente non ho nulla contro la cogestione anzi la ritengo molto valida ma questa cogestione dev'essere reale e non apparente ovvero non deve esistere nessun socio di maggioranza nella proprietà ma devono essere tutti proprietari (lavoratori e capi azienda) con uguali diritti e doveri perchè altrimenti sarebbe una fotocopia della socializzazione fascista dove i lavoratori partecipavano alla gestione dell'azienda ma il proprietario rimaneva comunque uno.
Spero d'essermi spiegato
Condivido!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
justicialista

avatar

Messaggi : 189
Data d'iscrizione : 05.12.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Ven Dic 16, 2011 2:44 pm

Compañero ha scritto:
Innanzitutto bisognerebbe chiarire che l'autogestione è lontana anni luce da chimere collettiviste, l'autogestione chiamata anche socializzazione integrale è quel modello nel quale la forza lavoro (operai, dipendenti) diventa proprietaria dell'industria o del luogo nel quale si svolge attività quindi niente a che fare con lo statalismo marxista-leninista. Personalmente non ho nulla contro la cogestione anzi la ritengo molto valida ma questa cogestione dev'essere reale e non apparente ovvero non deve esistere nessun socio di maggioranza nella proprietà ma devono essere tutti proprietari (lavoratori e capi azienda) con uguali diritti e doveri perchè altrimenti sarebbe una fotocopia della socializzazione fascista dove i lavoratori partecipavano alla gestione dell'azienda ma il proprietario rimaneva comunque uno.
Spero d'essermi spiegato

Ecco, questo discorso non l'ho mai compreso al 100%. Se un tizio investe il capitale per un'attività , significa che dovrà prendersi la sua fetta di utili pari a quella che spetta a tutti gli altri lavoratori/partecipanti? Un sistema, per certi aspetti, vicino all'azionariato? E cosa mi dici, invece, delle aziende a gestione individuale, società di due-tre persone o a gestione familiare? Andrebbero socializzate anche quelle? Personalmente sono abbastanza vicino al tuo pensiero ma esistono dei punti che vorrei chiarire. Per me uno stato socialista dovrebbe promuovere 1) proprietà statale 2) proprietà socializzata integralmente 3) proprietà "cogestita" (modello renano) 4) proprietà privata (piccola impresa).
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
justicialista

avatar

Messaggi : 189
Data d'iscrizione : 05.12.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Ven Dic 16, 2011 2:58 pm

lo metto in risalto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Italicvs

avatar

Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 35
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Ven Dic 16, 2011 5:06 pm

justicialista ha scritto:
Compañero ha scritto:
Innanzitutto bisognerebbe chiarire che l'autogestione è lontana anni luce da chimere collettiviste, l'autogestione chiamata anche socializzazione integrale è quel modello nel quale la forza lavoro (operai, dipendenti) diventa proprietaria dell'industria o del luogo nel quale si svolge attività quindi niente a che fare con lo statalismo marxista-leninista. Personalmente non ho nulla contro la cogestione anzi la ritengo molto valida ma questa cogestione dev'essere reale e non apparente ovvero non deve esistere nessun socio di maggioranza nella proprietà ma devono essere tutti proprietari (lavoratori e capi azienda) con uguali diritti e doveri perchè altrimenti sarebbe una fotocopia della socializzazione fascista dove i lavoratori partecipavano alla gestione dell'azienda ma il proprietario rimaneva comunque uno.
Spero d'essermi spiegato

Ecco, questo discorso non l'ho mai compreso al 100%. Se un tizio investe il capitale per un'attività , significa che dovrà prendersi la sua fetta di utili pari a quella che spetta a tutti gli altri lavoratori/partecipanti? Un sistema, per certi aspetti, vicino all'azionariato? E cosa mi dici, invece, delle aziende a gestione individuale, società di due-tre persone o a gestione familiare? Andrebbero socializzate anche quelle? Personalmente sono abbastanza vicino al tuo pensiero ma esistono dei punti che vorrei chiarire. Per me uno stato socialista dovrebbe promuovere 1) proprietà statale 2) proprietà socializzata integralmente 3) proprietà "cogestita" (modello renano) 4) proprietà privata (piccola impresa).
Ti rispondo io visto che più o meno sono sulla stessa linea di Companero. Sì, colui che investe il capitale per un'attività dovrà prendersi gli utili al pari di tutti i lavoratori/partecipanti; in sintesi se vogliamo una reale cogestione non dovranno esserci soci di maggioranza perchè altrimenti questa cogestione come diceva Companero sarà apparente e non reale perchè alla fine il socio di maggioranza avrà sempre e comunque più potere degli altri e purtroppo questo accadeva nella socializzazione fascista. Per il resto, il manifesto programmatico del Socialismo Nazionalitario prevede la proprietà Nazionalizzata, Socializzata e Privata anzi se hai dei suggerimenti posta pure.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
justicialista

avatar

Messaggi : 189
Data d'iscrizione : 05.12.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Sab Dic 17, 2011 12:09 am

Mi pare un discorso interessante e in gran parte condivisibile. Primo perché non è più possibile accettare e applicare la vecchia "economia di piano". Secondo perché ritengo più che giusto coinvolgere direttamente i lavoratori nella redistribuzione degli utili e nell'organizzazione dell'attività lavorativa.

Il problema, a mio modesto avviso, è che si vuole proporre delle ricette in maniera un po' troppo sbrigativa. Io direi che la socializzazione autentica (detta anche autogestione) deve rimanere un nostro punto fermo, ma per giungere ad essa sarà prima necessario passare attraverso un processo progressivo di cogestione.

Sulla proprietà privata: non mi riferivo alla grande industria o all'alta finanza. Parlavo, nel dettaglio, di quel popolo cosiddetto "delle partite IVA" , popolo che sembrava fiorire fino a qualche anno fa ma che, oggi, si trova in mille difficoltà. Per lo più si tratta di giovani ex disoccupati o ex precari che, in assenza di alternative lavorative, si sono "messi in proprio". Quindi parlo di attività gestite da un unico soggetto, piccole società o aziende a gestione familiare. Secondo me queste forme di "proprietà privata" andrebbero tutelate mentre bisognerebbe colpire il grande capitale.

Sull'autogestione , quindi, dovremmo chiarirci un po' le idee e studiare esempi storici.

Inanzitutto ecco un articolo dettagliato riguardo l'oggetto della discussione

http://www.luisrazeto.net/content/decima-unit%C3%A0-l%E2%80%99impresa-di-lavoratori-e-l%E2%80%99autogestione

poi ecco alcune considerazioni storiche

C'è l'autogestione anarchica spagonola (miseramente fallita)

http://www.fondation-besnard.org/article.php3?id_article=551

Quella titoista

http://www.cassandrarivista.it/Russia/Autogestione%20jugoslava.pdf

Quella peruviana di Velasco

http://digilander.libero.it/maximusmagnus/sito/peru.htm

Quella argentina del fat.sin.pa.

http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat


Ovviamente anche l'economia di stato dovrà ricoprire un ruolo importante. Sopratutto nel garantire i servizi di primaria necessità. Alla prossima!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Italicvs

avatar

Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 35
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Sab Dic 17, 2011 12:59 pm

Ottimo materiale justicialista! Very Happy Adesso leggerò con calma quanto da te postato così potrò entrare meglio nel merito. Wink

P.S.: sono d'accordo sul fatto che il Socialismo non si può costruire in un giorno e nessuno si sarebbe mai sognato il contrario.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Populista

avatar

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Sab Dic 17, 2011 4:49 pm

Compañero ha scritto:
Populista ha scritto:
Compañero ha scritto:
Italicvs ha scritto:
Uno degli aspetti importanti per i Socialisti, di qualunque tipo essi siano, è sicuramente la questione economica.
Ecco qui diverse alternative in campo:

1)Socialismo del XXI secolo (forma di socialdemocrazia avanzata e patriottica, ben diversa dalle ricette lib-lab europee)
2)Modello delle FaSinPat argentine http://it.wikipedia.org/wiki/FaSinPat
3)Socialismo di mercato cinese
4)Modello dell'autogestione "titoista"
5)Corporazione Proprietaria http://it.wikipedia.org/wiki/Corporazione_proprietaria

Cosa ne pensate?
Escludo a priori la corporazione proprietaria e il socialismo di mercato cinese sistemi economici lontani anni luce da me, l'autogestione "titoista" non la conosco quindi non mi pronuncio, quello che è certo è che mi riconosco totalmente nel modello delle FaSinPat argentine e in parte al Socialismo del XXI secolo
Quindi tu sei più vicino all'autogestione che alla cogestione? Non è una critica ma per sapere come la pensi. Come già detto sopra l'autogestione può andare bene in pochi e determinati casi ma in tutti gli altri sarebbe sbagliato. Il Socialismo al quale dovremmo rifarci dovrebbe essere partecipativo e non espropriativo.
Innanzitutto bisognerebbe chiarire che l'autogestione è lontana anni luce da chimere collettiviste, l'autogestione chiamata anche socializzazione integrale è quel modello nel quale la forza lavoro (operai, dipendenti) diventa proprietaria dell'industria o del luogo nel quale si svolge attività quindi niente a che fare con lo statalismo marxista-leninista. Personalmente non ho nulla contro la cogestione anzi la ritengo molto valida ma questa cogestione dev'essere reale e non apparente ovvero non deve esistere nessun socio di maggioranza nella proprietà ma devono essere tutti proprietari (lavoratori e capi azienda) con uguali diritti e doveri perchè altrimenti sarebbe una fotocopia della socializzazione fascista dove i lavoratori partecipavano alla gestione dell'azienda ma il proprietario rimaneva comunque uno.
Spero d'essermi spiegato
Discorso pienamente condivisibile infatti la cogestione dovrebbe essere quella che hai ben descritto, tuttavia questo modello resta ben distinto dall'autogestione dove il proprietario non diventa comproprietario ma viene espropriato e questo modello ripeto non può essere esteso su larga scala ma limitato solo per alcuni casi che ho elencato in precedenza.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Populista

avatar

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   Sab Dic 17, 2011 4:55 pm

Sul "Socialismo che non può essere costruito in un solo giorno" sono pienamente d'accordo, volenti o nolenti ci troviamo in un'economia liberal-capitalista per cui non possiamo cambiare tutto immediatamente ma possiamo gradualmente portare correttivi e solo dopo potremo costruire la nostra Patria Socialista.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Alternative economiche al capitalismo   

Tornare in alto Andare in basso
 
Alternative economiche al capitalismo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Nazionalsocialismo :: Forum Politico :: Il Nazionalsocialismo-
Andare verso: