Nazionalbolscevismo

PATRIA POPOLO RIVOLUZIONE SOCIALISMO LIBERTA' ECOLOGIA DECRESCITA NATURA


    Le prossime rivolte toccheranno gli U$A?

    Condividi
    avatar
    justicialista

    Messaggi : 189
    Data d'iscrizione : 05.12.10

    Le prossime rivolte toccheranno gli U$A?

    Messaggio  justicialista il Mar Mar 22, 2011 12:54 pm

    avatar
    Italicvs

    Messaggi : 371
    Data d'iscrizione : 10.09.10
    Età : 35
    Località : Pescara

    Re: Le prossime rivolte toccheranno gli U$A?

    Messaggio  Italicvs il Mer Apr 06, 2011 9:43 am

    justicialista ha scritto:Sembra una descrizione ABBASTANZA attendibile


    http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/03/gli-usa-verso-la-fame-e-la-rivoluzione.html
    Io ci andrei molto cauto. Negli usa c'è un così radicato e radicale rifiuto del socialismo che gli americani preferiscono fare la fame piuttosto che mettere in discussione il loro sistema economico. Purtroppo di americani "buoni" ce ne sono pochi, veramente troppo pochi e quindi rimango scettico sulla possibilità di una rivoluzione in uno dei paesi più reazionari del mondo.
    avatar
    justicialista

    Messaggi : 189
    Data d'iscrizione : 05.12.10

    Re: Le prossime rivolte toccheranno gli U$A?

    Messaggio  justicialista il Gio Apr 07, 2011 1:34 pm

    Italicvs ha scritto:
    justicialista ha scritto:Sembra una descrizione ABBASTANZA attendibile


    http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/03/gli-usa-verso-la-fame-e-la-rivoluzione.html
    Io ci andrei molto cauto. Negli usa c'è un così radicato e radicale rifiuto del socialismo che gli americani preferiscono fare la fame piuttosto che mettere in discussione il loro sistema economico. Purtroppo di americani "buoni" ce ne sono pochi, veramente troppo pochi e quindi rimango scettico sulla possibilità di una rivoluzione in uno dei paesi più reazionari del mondo.

    Ripeto: il contenuto dell'articolo è ABBASTANZA attendibile ma è anche vero quello che scrivi. Negli usa non è vivo alcun sentimento socialista. Molti disoccupati, per esempio, ritengono il padrone che li ha lasciati a casa come un uomo che comunque "s'è fatto da solo" è che è diventato ricco grazie alla benevolenza di Dio (residui protestanti e, nel dettaglio, puritani). Probabile che non accadrà nulla. Intanto, però, gli U$A e l'UE stanno sobillando la Siria... Evil or Very Mad
    avatar
    Italicvs

    Messaggi : 371
    Data d'iscrizione : 10.09.10
    Età : 35
    Località : Pescara

    Re: Le prossime rivolte toccheranno gli U$A?

    Messaggio  Italicvs il Ven Apr 08, 2011 12:17 pm

    justicialista ha scritto:
    Italicvs ha scritto:
    justicialista ha scritto:Sembra una descrizione ABBASTANZA attendibile


    http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/03/gli-usa-verso-la-fame-e-la-rivoluzione.html
    Io ci andrei molto cauto. Negli usa c'è un così radicato e radicale rifiuto del socialismo che gli americani preferiscono fare la fame piuttosto che mettere in discussione il loro sistema economico. Purtroppo di americani "buoni" ce ne sono pochi, veramente troppo pochi e quindi rimango scettico sulla possibilità di una rivoluzione in uno dei paesi più reazionari del mondo.

    Ripeto: il contenuto dell'articolo è ABBASTANZA attendibile ma è anche vero quello che scrivi. Negli usa non è vivo alcun sentimento socialista. Molti disoccupati, per esempio, ritengono il padrone che li ha lasciati a casa come un uomo che comunque "s'è fatto da solo" è che è diventato ricco grazie alla benevolenza di Dio (residui protestanti e, nel dettaglio, puritani). Probabile che non accadrà nulla. Intanto, però, gli U$A e l'UE stanno sobillando la Siria... Evil or Very Mad
    Purtroppo gli americani sono uno dei popoli peggiori dell'intero pianeta. Come giustamente hai detto la loro mentalità è quella protestante, protestante calvinista per l'esattezza e quella calvinista è una religione mercantilista (se sei povero è segno che Dio ti ha abbandonato e se sei ricco è segno che Dio ti è benevolo) e più che una religione oramai è diventato un vero e proprio modo di essere e di approccio. Ovviamente non bisogna generalizzare, infatti esistono anche degli americani non fanatici e quindi non sostenitori dell' "american way" ma sono troppo pochi e quindi per il momento non possiamo aspettarci un cambiamento di tendenza significativo nella politica interna ed estera americana.

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Le prossime rivolte toccheranno gli U$A?

    Messaggio  Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab Mag 26, 2018 8:10 am